Chi sono

Il gelato è la mia vita. Fin dall’inizio: sono nato nello stesso giorno in cui mio padre inaugurava la sua rinnovata cremeria a Nichelino, vicino a Torino. In quella gelateria ho passato la mia infanzia: il pomeriggio facevo i compiti al primo piano, vicino al laboratorio, e di nascosto andavo al mantecatore – tra un problema e un tema – a gustarmi una spatolata di fior di latte.

Se cresci così, il gelato lo ami. Ed è un amore che vuoi trasmettere, facendo le cose bene. A me il gelato piace semplice, con pochi ingredienti, buoni. Mi piace dolce, fresco e cremoso, come quello della mia infanzia trascorsa immerso nell’odore del latte. Uso solo materie prime che vado a trovare personalmente girando per l’Italia, attingendo in particolar modo al tesoro dei Presidi di Slow Food. Vado sempre nei campi, nei laboratori, per vedere con i miei occhi dove crescono i frutti, dove vengono realizzati i prodotti. Da quell’infanzia nel negozio di mio padre, sono cambiate tante cose: ho conosciuto mia moglie Alessia; con lei e con una squadra affiatata abbiamo aperto il primo punto vendita di Torino, quello in corso Vittorio, poi altri tre in città, uno a Milano, uno ad Alassio, uno in Liguria e uno ad Alba. Ma in questi anni non è cambiata la passione e la cura che mettiamo nel fare il nostro gelato. Anzi: la ricerca dell’eccellenza è diventata una sfida permanente. Ora come allora non usiamo niente che non sia necessario: le cose buone sono semplici. Basta farle con amore.

Il mio gelato

Fresco. Semplice. Buono.

Fresco: il mio gelato viene lavorato e mantecato ogni giorno nei laboratori a vista delle mie gelaterie.
Semplice: uso solo quello che serve, non aggiungo niente di più. Le materie prime vado a trovarle personalmente girando per l’Italia e attingendo da Slow Food.
Buono: la bontà sta nello scegliere ingredienti di alta qualità e freschi che rievocano emozioni vere, come quelle dell’infanzia.

Con una sintesi efficace, Slow Food sostiene che il cibo debba essere “buono, pulito e giusto”. Ecco: io faccio miei questi tre valori nel preparare il mio gelato. Il primo passo è essere trasparenti, raccontarvi per filo e per segno quali ingredienti usiamo, dove li troviamo, come li trattiamo: nei miei gelati ci sono solo cose scelte con cura, nulla di più.

– NEWSLETTER –

Dichiaro di aver letto integralmente e di accettare la normativa della privacy di Albertomarchetti.it

Compilando il form puoi anche aggiornare i tuoi dati se già iscritto (ad esempio, se non avessi inserito la data del tuo compleanno..)

– CONTATTACI –